Info

The project Change! ¡Cambia! was approved and granted within the Erasmus plus, a program of the European Union for Education, Training, Youth and Sport for the years 2014-2020.

The program combines and assimilates all the European Union funding mechanisms active untill 2013:

  • the Lifelong learning program (Comenius, Erasmus, Leonardo da Vinci, Grundtvig)
  • Youth in Action
  • the five program of international cooperation (Erasmus mundus, Tempus, Alfa, Edulink and the bilateral cooperation between industrilized countries program). It covers also the Jean Monnet activities and it includes for the first time the support at Sport

The integrated program led to a joint vision of  the possible fundings opportunities, it aims facilitating the access and promotes synergies between different sectors, removing the barriers bewteen several projects typologies; it also wants to involve new actors from the labour market and from the civil society and inspires new forms of cooperation.

Erasmus+ integrates in a socio-economic context with almost 6 milions of young unemployed europeans, and in some countries the unemployment level exceeds the 50%. At the same time there are 2 millions vacancies and one third of the employers declare to have difficulties in finding staff with the required competences. This demostrantes the existence of an important competences deficit in Europe.

Erasmus+ was developped to give concrete answers to these problems, through studying opportunities, trainings, working experiences or voluntary work abroad. The quality and the relevance of the organisations and of the educational, training and youth support european systems will be boosted through the support to teaching and learning methods improvement, to new programs, to the professional development of the teaching staff and youth workers. A better cooperation between educational and training systems and the labour market will be foundamental in order to face the real needs to develop the human and social potencial, in Europe and elsewhere.

Erasmus+ arranges fundings in order to support opportunities for:

  • students, interns, teacher and educational staff, youth exchanges, youth workers and volunteers.
  • create or improve partnership between institutions and organisations in the field of education, training, youth, and the labour market
  • support the dialogue and collect concrete information, necessary to reform the educational and training system and the youth assistance.

For the first fime the program grants fundings not only at universities or training institutions, but also at innovative partnerships, the so called “Knowledge Alliances” and the “Sector Skills Alliances”, which will establish new synergies between education and labour market. This will enable the higher education institutions, trainers and agencies to enhance the spirit of innovantion and entrepreneurship as well as develop new programs and qualifications to fill the skills gap.

In the field of sport the program concentrates on transnational projects aimed at supporting amateur sport and facing the transboundary challenges as rigged trials, doping, violence and racism as well as promoting the good governance, gender equality, social inclusion and physical actvities for everybody.


Il progetto Change! ¡Cambia! è stato approvato e viene finanziato all’interno di Erasmus Plus, il programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport per gli anni 2014-2020.

Il programma combina e integra tutti i meccanismi di finanziamento attuati dall’Unione Europea fino al 2013:

  • il Programma di apprendimento permanente (Comenius,Erasmus, Leonardo da Vinci, Grundtvig)
  • Gioventù in azione
  • i cinque programmi di cooperazione internazionale (Erasmus Mundus, Tempus, Alfa, Edulink e il programma di cooperazione bilaterale con i paesi industrializzati). Comprende inoltre le attività Jean Monnet e include per la prima volta un sostegno allo Sport

Il programma integrato permette di ottenere una visione d’insieme delle opportunità di sovvenzione disponibili, mira a facilitare l’accesso e promuove sinergie tra i diversi settori rimuovendo le barriere tra le varie tipologie di progetti; vuole inoltre attrarre nuovi attori dal mondo del lavoro e dalla società civile e stimolare nuove forme di cooperazione.

Erasmus+ si inserisce in un contesto socio-economico che vede, da una parte, quasi 6 milioni di giovani europei disoccupati, con livelli che in alcuni paesi superano il 50%. Allo stesso tempo si registrano oltre 2 milioni di posti di lavoro vacanti e un terzo dei datori di lavoro segnala difficoltà ad assumere personale con le qualifiche richieste. Ciò dimostra il sussistere di importanti deficit di competenze in Europa.

Erasmus+ è pensato per dare risposte concrete a queste problematiche, attraverso opportunità di studio, formazione, di esperienze lavorative o di volontariato all’estero. La qualità e la pertinenza delle organizzazioni e dei sistemi europei d’istruzione, formazione e assistenza ai giovani saranno incrementate attraverso il sostegno al miglioramento dei metodi di insegnamento e apprendimento, a nuovi programmi e allo sviluppo professionale del personale docente e degli animatori giovanili. Una maggiore cooperazione tra il mondo dell’istruzione e della formazione e il mondo del lavoro getterà le basi per affrontare le reali necessità in termini di sviluppo del capitale umano e sociale, in Europa e altrove.

Erasmus+ dispone di finanziamenti volti a promuovere opportunità per:

  • studenti, tirocinanti, insegnanti e altro personale docente, scambi di giovani, animatori giovanili e volontari.
  • creare o migliorare partenariati tra istituzioni e organizzazioni nei settori dell’istruzione, della formazione e dei giovani e il mondo del lavoro
  • sostenere il dialogo e reperire una serie di informazioni concrete, necessarie per realizzare la riforma dei sistemi di istruzione, formazione e assistenza ai giovani

Per la prima volta il Programma concede finanziamenti non solo a università e istituti di formazione, ma anche a partenariati innovativi, le cosiddette “alleanze della conoscenza” e “alleanze delle abilità settoriali”, che costituiranno sinergie tra il mondo dell’istruzione e quello del lavoro consentendo agli istituti d’istruzione superiore, ai formatori e alle imprese di incentivare l’innovazione e lo spirito imprenditoriale nonché di elaborare nuovi programmi e qualifiche per colmare le lacune a livello delle abilità.

In ambito sportivo, il programma si concentra su progetti transnazionali volti a sostenere gli sport amatoriali e ad affrontare le sfide transfrontaliere quali le partite truccate, il doping, la violenza e il razzismo, nonché promuovere il buon governo, la parità di genere, l’inclusione sociale e l’attività fisica per tutti.

Annunci